Come far diventare virale un post LinkedIn

Ogni giorno ricevo messaggi privati su LinkedIn di persone che mi chiedono come sono riuscita in così poco tempo ad avere una media di 20.000 visualizzazioni a post, 10.000 connessioni profilate (di potenziali clienti scelti secondo un target preciso), con picchi di visibilità/post di 180.000 visualizzazioni.

Il processo che mi ha portato a questo risultato è frutto di molta pazienza e di una strategia mirata sui miei obiettivi di business, principalmente ho fatto 3 cose:

  1. aggiunto persone in target (clienti, fornitori, persone simili a me per interessi)
  2. ho creato più post testuali brevi (molto valorizzati dall'algoritmo di LinkedIn)
  3. ho creato ingaggio attraverso domande interessanti per la mia audience
Giugno e Maggio hanno 0 views perché non le ho raccolte e LinkedIn fa scomparire questo dato dopo 20-30 giorni dalla pubblicazione del post.

Giugno e Maggio hanno 0 views perché non le ho raccolte e LinkedIn fa scomparire questo dato dopo 20-30 giorni dalla pubblicazione del post.

Saper leggere i risultati

Ora ti spiegherò come leggere i risultati del tuo post, partendo dall'assunto che hai già creato un indentikit dei tuoi clienti ideali, in modo da comprendere se chi interagisce con te è veramente chi cerchi di coinvolgere.

Quando pubblichi un post, dovrai osservare tre dati:

  1. Consigliato (quante volte le persone hanno consigliato il post alla loro rete)
  2. Commenti (quanti commenti totali ci sono)
  3. Visualizzazioni (quante volte è stato visto il post)
articolo-virale-linkedin.png
Cliccando su "Visualizzazioni", sarà possibile vedere i dettagli, in questo caso dovremmo fare un confronto tra i nostri clienti ideali e chi ha realmente visto il post, in modo da comprendere se abbiamo avuto un riscontro positivo.
articolo-virale-linkedin2.png

Dobbiamo fare attenzione a 3 dati:

  1. Località dell'audience
  2. Ruoli delle persone
  3. Appartenenza alla cerchio di 1° o 2° grado (il 2° grado indica che i contatti delle nostre connessioni hanno visto l'articolo)

Il dato positivo nel mio caso è che ho centrato il target al 100%, avendo italiani che vivono a Milano e Roma, con ruoli che spaziano dai freelance agli imprenditori.

Come replicare i successi su LinkedIn

Se vuoi riuscire a replicare i tuoi piccoli o grandi successi, dovrai raccogliere dati e studiare gli argomenti più amati dai tuoi collegamenti, chiedendoti:

  1. quali argomenti possono interessare alla mia nicchia?
  2. quali domande hanno suscitato più commenti?

Con questi dati dovrai spingere su argomenti/domande che hanno performato meglio.

Ricorda che nei Social Media se non misuri, non saprai mai se stai facendo bene.


Valentina Vandilli Esperta di strategie Social e LinkedIn Trainer

Valentina Vandilli
Esperta di strategie Social e LinkedIn Trainer

Scopri il mio percorso

Se vuoi migliorare la tua attività di #Freelance e cerchi una guida che possa indicarti qual è il tuo Valore Unico per:

  • differenziarti dai tuoi concorrenti;
  • trovare i clienti che desideri;
  • aumentare la tua visibilità online.

Richiedi un colloquio con me qui.

Ringraziamenti

Spero che questo articolo, frutto di diverse ore di lavoro, ti sia stato utile per comprendere le potenzialità di LinkedIn, se vorrai potrai fare alcune cose per me, come:

1) Condividere questo articolo o segnalarlo ad un freelance che potrebbe essere interessato a farsi aiutare da me:

2) Confermare le mie competenze nel mio profilo LinkedIn

 

Risorse utili per te (da non perdere)

Iscriviti alla mia newsletter per ricevere i miei aggiornamenti, e non dimenticare di vedere il mio video GRATUITO "Le 10 regole d'oro per potenziare il tuo profilo LinkedIn" cliccando qui.

Se ami Telegram non perdere il mio canale gratuito sulle strategie LinkedIn con contenuti esclusivi, clicca qui.